INDIETRO

La medicina ufficiale terza causa
di morte nei paesi occidentali



Questi dati sono stati presi da uno studio di Ron Law basato su statistiche ufficiali degli USA. Con minime differenze numeriche da paese a paese, essi rispecchiano la stessa situazione per tutte le nazioni "occidentali". Nel grafico vengono utilizzati i valori minimi del range (non vogliamo essere accusati di esagerare).

(Ron Law è direttore dell'Associazione Nazionale della Nuova Zelanda per gli integratori alimentari e membro di un gruppo di lavoro del governo neozelandese incaricato a suggerire nuove strategie per la riduzione degli errori medici).

Le medicine testate, autorizzate, prescritte e normalmente usate, incidono per il 5,18% delle cause di morte; cosa che non viene mai riportata pubblicamente. (Fonte: Journal of the American Medical Association, dalle 90.000 alle 160.000 morti annue). Ogni giorno in USA muoiono 46 persone a causa degli effetti della semplice aspirina.

Le disgrazie mediche evitabili (errori) incidono per il 2,40% (Fonte CDC - Center for Disease Control, dalle 40.000 alle 90.000 persone). In Australia muoiono 9.000 persone all'anno a causa di errori medici evitabili. (Fonte, Australian Medical Journal). Sempre in Australia ogni anno 50.000 persone riportano danni permanenti (menomazioni, mutilazioni) sempre per lo stesso motivo.

Per contro, quando i medici scioperano il numero delle morti diminuisce nettamente ! ! !

Questo è un dato ufficiale che il Ministero della Sanità ha più volte reso pubblico per bocca dello stesso ministro Altissimo, alcuni anni fa.



Integratori alimentari

  0,0001%

Punture d'ape

  0,0008%

Punture d'insetti (altri)

  0,0020%

Infortuni sportivi

  0,0020%

Fulmini

  0,0041%

Morsi d'animali

  0,0048%

Corse cavallo

  0,0052%

Allergia da penicillina

  0,0144%

Scivoloni/cadute

  0,019%

Incidenti elettrici

  0,038%

Assideramenti

  0,048%

Armi da fuoco (incidenti)

  0,079%

Avvelenamento

  0,17%

Asma

  0,19%

Incendi casalinghi

  0,19%

Annegamento

   0,21%

Alimentazione

   0,24%

Gas radon

   0,62%

Assassinii

   0,94%

Suicidi

   1,41%

Incidenti stradali

   2,57%

Alcolismo

   4,49%

Fumo

   7,19%

Pratiche mediche
(uso corretto di medicinali autorizzati 5,18% + errori medici 2,40%)

   7,58%

Cancro

   22,11%

Problemi cardiovascolari

   47%



Facciamo alcune considerazioni.

  1. L’efficacia della medicina ufficiale nei casi di cancro e nella prevenzione dell’infarto è pressoché nulla (69,11% delle morti).

  2. La spesa medica è una delle principali cause dei deficit statali in occidente.

  3. La pratica medica ufficiale è causa del 7,58% delle morti nei nostri paesi.

    Perché non aboliamo i corsi di laurea in medicina e la professione medica, e chiudiamo le fabbriche di medicinali chimici? Saremmo più sani, più ricchi e con una media di vita più lunga.

    Secondo voi, questa proposta è una provocazione?




L’ARPC ringrazia l’associazione “La Leva” per averci fornito i dati per la stesura questo articolo.



INDIETRO