Forum Dell'Alleanza Della Salute - Una grande testimonianza
    Forum Dell'Alleanza Della Salute
Argania

Forum Dell'Alleanza Della Salute
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Menù riservato agli utenti registrati - Registrati  

Nota bene : Tutto ciò che viene scritto in questi Forum è da considerarsi: opinioni, idee, informazioni scientifiche e simili, in linea con la Costituzione Italiana che sancisce la libertà di pensiero e di espressione delle proprie idee. I medesimi non sono invece da considerarsi consigli medici o terapie, per le quali, per legge, è necessario un medico laureato, abilitato e iscritto all'albo. Qui amministratori e moderatori non sono medici, non possono quindi fare diagnosi o terapie; del resto anche per un medico sarebbe impossibile farle via web. Qui però tutti sono liberi di dare opinioni e consigli, anche sbagliati. Le "terapie" si possono ricevere solo dai medici. Se volete applicare i dati o i consigli trovati nel forum, consultate prima il vostro medico curante. Alberto R. Mondini



 Tutti i Forum
 I Forum dell'ARPC
 Alimentazione
 Una grande testimonianza
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:




Tutti gli utenti possono inserire NUOVE discussioni in questo forum Tutti gli utenti possono rispondere in questo forum
  Bookmark this Topic  
| Altri..
Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 2

Helios

Utente Senior



Inserito il - 13 aprile 2012 : 08:26:56  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Helios Invia a Helios un Messaggio Privato Aggiungi Helios alla lista amici
Per tutti quelli che pensano ancora che i grassi saturi siano il male oscuro di tutte le malattie, e per tutti quelli che hanno buttato e buttano fango su grandi scienziati come il dott. Perugini Billi!



http://www.laleva.org/it/2012/04/un...rdiache.html






 Firma di Helios 
De rerum natura iuxta propria principia

 Regione Piemonte  ~  Messaggi: 1258  ~  Membro dal: 05 marzo 2010  ~  Ultima visita: 19 dicembre 2014

niquinta

Utente Medio


Inserito il - 13 aprile 2012 : 12:08:26  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di niquinta Invia a niquinta un Messaggio Privato Aggiungi niquinta alla lista amici
davvero molto interessante...complimenti per averlo riportato





 Regione Veneto  ~  Messaggi: 266  ~  Membro dal: 04 marzo 2010  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

Infinito

Utente Medio


Inserito il - 13 aprile 2012 : 18:07:46  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Infinito Invia a Infinito un Messaggio Privato Aggiungi Infinito alla lista amici
Cadra' nel dimenticatoio. Ci sono troppi interessi commerciali in ballo.





 Regione Piemonte  ~  Messaggi: 182  ~  Membro dal: 16 giugno 2010  ~  Ultima visita: 17 gennaio 2014 Torna all'inizio della Pagina

luigi2702

Nuovo Utente


Inserito il - 15 aprile 2012 : 00:45:44  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di luigi2702 Invia a luigi2702 un Messaggio Privato Aggiungi luigi2702 alla lista amici
MA è sempre un insegnamento fondamentale .... in un mondo in cui purtroppo i messaggi che vengono riportati all emasse coi mass media fanno ammalare piuttosto che portare verso il mantenimento di uno stato di salute





 Regione Campania  ~  Messaggi: 38  ~  Membro dal: 07 marzo 2011  ~  Ultima visita: 01 marzo 2013 Torna all'inizio della Pagina

Stryper

Utente Medio



Inserito il - 16 aprile 2012 : 14:06:06  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Stryper Invia a Stryper un Messaggio Privato Aggiungi Stryper alla lista amici
L'articolo è molto interessante, però sinceramente un paio di cose mi lasciano perplesso:


I grassi animali contengono meno del 20% di omega-6 e hanno molte meno probabilità di provocare una reazione infiammatoria


vorrebbe dire "mangiate la carne che fa bene"???

e poi:


E’ più salutare usare l'olio di oliva o burro da bovini allevati a fieno


anche qui: "mangiate il burro che fa bene"???

..e comunque "da bovini allevati a fieno" è bellissima






 Regione Emilia Romagna  ~  Messaggi: 154  ~  Membro dal: 10 settembre 2011  ~  Ultima visita: 12 settembre 2014 Torna all'inizio della Pagina

nabboni

Utente Medio


Inserito il - 16 aprile 2012 : 14:24:20  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di nabboni Invia a nabboni un Messaggio Privato Aggiungi nabboni alla lista amici
Le cose, benché possono sembrare banali, sarebbe opportuno leggerle con attenzione:

1) I grassi animali contengono meno del 20% di omega-6 e hanno molte meno probabilità di provocare una reazione infiammatoria;

hanno molte meno probabilità di provocare reazioni infiammatorie, non dice che non ne provocano e quindi non significa che mangiare una tonnellata di carne fa bene, significa solo che se mangi il giusto quantitativo di carne farà meno male, alle stesse quantità, di altri prodotti che hanno più del 20% di omega-6
2) E’ più salutare usare l'olio di oliva o burro da bovini allevati a fieno

anche qui è più salutare, non significa mangiare una tonnellata di burro, ma se propio devi mangiarlo meglio l'olio d'oliva (prima scelta), altrimenti burro da bovino allevato a fieno (alimentazione biologica) al posto, ad esempio, della margarina (gli olii vegetali sono ricchi di polinsaturi).






  Firma di nabboni 
La nascita di un bambino sano è un miracolo;mantenere il bambino sano è un'arte (Tinus Smits).

 Regione Lombardia  ~  Messaggi: 154  ~  Membro dal: 22 marzo 2011  ~  Ultima visita: 24 luglio 2014 Torna all'inizio della Pagina

Stryper

Utente Medio



Inserito il - 16 aprile 2012 : 15:12:51  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Stryper Invia a Stryper un Messaggio Privato Aggiungi Stryper alla lista amici
nabboni francamente da quando sono su questo forum non ho mai sentito consigliare di mangiare carne in "giusta quantità" e "se proprio devi" anche il burro, solo perchè contengono meno omega 6 della soia...

E a proposito di leggere attentamente:


Gli omega-6 sono essenziali: sono parte di ogni membrana cellulare e controllano ciò che accade dentro e fuori la cellula – però devono essere nel giusto equilibrio con gli omega-3.
Se l'equilibrio si sposta in un eccessivo consumo di omega-6, la membrana della cellula produce sostanze chimiche chiamate citochine che causano direttamente l'infiammazione.


a me sinceramente pare non abbia senso consigliare di mangiare carne e burro solo perchè contengono meno omega 6 di altri cibi...invece di consigliare ad esempio il consumo di olio di lino crudo che di omega 3 ne contiene eccome...






 Regione Emilia Romagna  ~  Messaggi: 154  ~  Membro dal: 10 settembre 2011  ~  Ultima visita: 12 settembre 2014 Torna all'inizio della Pagina

Helios

Utente Senior



Inserito il - 16 aprile 2012 : 15:49:15  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Helios Invia a Helios un Messaggio Privato Aggiungi Helios alla lista amici
Stryper ha scritto:
invece di consigliare ad esempio il consumo di olio di lino crudo che di omega 3 ne contiene eccome...

Ne abbiamo già discusso molto e a questo proposito è opportuno ricordare che l'acido alfa linolenico (ALA) è presente in natura in molti alimenti tra cui: l'olio di lino, i semi di lino, le noci.
Purtroppo il corpo umano riesce a convertire solo in piccola parte l'ALA da fonti vegetali negli Omega-3 EPA e DHA che gli sono necessari.
Ad esempio per avere 1 misero grammo di EPA e 0,1 grammi di DHA sono necessari 20 grammi di ALA, che corrispondono a ben 35 grammi di una delle fonti più ricche di acido alfa linolenico, cioè l'olio di lino.
E' quindi non solo più costoso, ma anche dannoso dal punto di vista calorico (per non parlare della praticità visto che si ossida facilmente) assumere gli Omega-3 da fonti vegetali.






  Firma di Helios 
De rerum natura iuxta propria principia

 Regione Piemonte  ~  Messaggi: 1258  ~  Membro dal: 05 marzo 2010  ~  Ultima visita: 19 dicembre 2014 Torna all'inizio della Pagina

nabboni

Utente Medio


Inserito il - 17 aprile 2012 : 09:10:18  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di nabboni Invia a nabboni un Messaggio Privato Aggiungi nabboni alla lista amici
Stryper ha scritto:

nabboni francamente da quando sono su questo forum non ho mai sentito consigliare di mangiare carne in "giusta quantità" e "se proprio devi" anche il burro, solo perchè contengono meno omega 6 della soia...

E a proposito di leggere attentamente:


Gli omega-6 sono essenziali: sono parte di ogni membrana cellulare e controllano ciò che accade dentro e fuori la cellula – però devono essere nel giusto equilibrio con gli omega-3.
Se l'equilibrio si sposta in un eccessivo consumo di omega-6, la membrana della cellula produce sostanze chimiche chiamate citochine che causano direttamente l'infiammazione.


a me sinceramente pare non abbia senso consigliare di mangiare carne e burro solo perchè contengono meno omega 6 di altri cibi...invece di consigliare ad esempio il consumo di olio di lino crudo che di omega 3 ne contiene eccome...


Il mondo è bello perché è vario. Non sono l'unico a consigliare anche la giusta carne ed il giusto pesce, sicuramente siamo in pochi (pochi ma buoni...). Poi, al di là dei consigli, ognuno deve farsi un'idea personale e provare.






  Firma di nabboni 
La nascita di un bambino sano è un miracolo;mantenere il bambino sano è un'arte (Tinus Smits).

 Regione Lombardia  ~  Messaggi: 154  ~  Membro dal: 22 marzo 2011  ~  Ultima visita: 24 luglio 2014 Torna all'inizio della Pagina

Stryper

Utente Medio



Inserito il - 17 aprile 2012 : 11:31:04  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Stryper Invia a Stryper un Messaggio Privato Aggiungi Stryper alla lista amici
Helios ha scritto:


E' quindi non solo più costoso, ma anche dannoso dal punto di vista calorico (per non parlare della praticità visto che si ossida facilmente) assumere gli Omega-3 da fonti vegetali.


L'olio di lino, i semi di lino e le noci rimangono sempre le fonti vegetali con un maggior contenuto di omega 3...che l'integrazione permetta apporti migliori in questo senso non c'è dubbio ma nell'articolo non si parla di integrazione ma di dieta alimentare..

Viene ricordato che gli omega 6 e omega 3 devono essere in un rapporto 3:1 per garantire una dieta sana, ma non viene consigliato nessun alimento che contenga omega 3...al contrario si consigliano grassi animali, olio di oliva e burro solo perchè contengono meno omega 6 della soia...

..va bene ridurre gli omega 6, ma se poi non hai abbastazna omega 3 sei sempre allo stesso punto..e comunque ripeto non mi sembra logico demonizzare la soia ed esaltare la carne solo per un discorso di minor contenuto di omega 6


...poi...tanto di cappello al Dr. Dwight Lundell per aver dato un'importante testimonianza e aver distrutto le "certezze" imposte dalla medicina ufficiale per far spazio alla verità..cosa non da poco..






 Regione Emilia Romagna  ~  Messaggi: 154  ~  Membro dal: 10 settembre 2011  ~  Ultima visita: 12 settembre 2014 Torna all'inizio della Pagina

Helios

Utente Senior



Inserito il - 17 aprile 2012 : 12:48:26  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Helios Invia a Helios un Messaggio Privato Aggiungi Helios alla lista amici
Io ho risposto ad una tua affermazione e cioè..

Stryper ha scritto:
invece di consigliare ad esempio il consumo di olio di lino crudo che di omega 3 ne contiene eccome...

dicendoti che ricavare gli W3 dai vegetali non va bene per i motivi di cui sopra..

Per quanto riguarda la soia ci sono ormai migliaia di studi a riguardo: fa male!






  Firma di Helios 
De rerum natura iuxta propria principia

 Regione Piemonte  ~  Messaggi: 1258  ~  Membro dal: 05 marzo 2010  ~  Ultima visita: 19 dicembre 2014 Torna all'inizio della Pagina

Infinito

Utente Medio


Inserito il - 17 aprile 2012 : 13:08:47  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Infinito Invia a Infinito un Messaggio Privato Aggiungi Infinito alla lista amici
Helios ha scritto:
Per quanto riguarda la soia ci sono ormai migliaia di studi a riguardo: fa male!


Penso che quegli articoli non li legga nessuno. La soia viene spacciata come un alimento miracoloso. Uno dei segreti di longevità del popolo giapponese, grande consumatore di soia..






 Regione Piemonte  ~  Messaggi: 182  ~  Membro dal: 16 giugno 2010  ~  Ultima visita: 17 gennaio 2014 Torna all'inizio della Pagina

abuandre

Utente Medio


Inserito il - 17 aprile 2012 : 15:12:26  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di abuandre Invia a abuandre un Messaggio Privato Aggiungi abuandre alla lista amici
Grazie Helios,
questo articolo lo farò leggere ai miei figli.






 Regione Veneto  ~  Messaggi: 195  ~  Membro dal: 05 marzo 2010  ~  Ultima visita: 05 maggio 2012 Torna all'inizio della Pagina

ariel

Utente Medio



Inserito il - 17 aprile 2012 : 19:38:01  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ariel Invia a ariel un Messaggio Privato Aggiungi ariel alla lista amici
Si, grazie helios, anch'io lo farò leggere a mio figlio





  Firma di ariel 
ariel

 Regione Veneto  ~  Messaggi: 168  ~  Membro dal: 07 marzo 2011  ~  Ultima visita: 19 maggio 2014 Torna all'inizio della Pagina

e4icb

Utente Normale


Inserito il - 17 aprile 2012 : 20:20:46  Link diretto a questa risposta Aggiungi e4icb alla lista amici
a me piace la lecitina di soia





 Regione Friuli-Venezia Giulia  ~  Messaggi: 62  ~  Membro dal: 13 gennaio 2012  ~  Ultima visita: 16 maggio 2012 Torna all'inizio della Pagina

OneLovePeace

Utente Medio



Inserito il - 17 aprile 2012 : 22:50:47  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di OneLovePeace Invia a OneLovePeace un Messaggio Privato Aggiungi OneLovePeace alla lista amici
Stryper ha scritto:
..e comunque "da bovini allevati a fieno" è bellissima


Ma che cavolo ridi? Leggi il libro di Price prima di sparare certe cavolate.






  Firma di OneLovePeace 
La natura non fa nulla di inutile.

 Regione Trentino - Alto Adige  ~  Messaggi: 344  ~  Membro dal: 04 marzo 2010  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

Stryper

Utente Medio



Inserito il - 18 aprile 2012 : 11:11:49  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Stryper Invia a Stryper un Messaggio Privato Aggiungi Stryper alla lista amici
Helios io non sto mettendo in dubbio che integrare omega 3 sia meglio che ricavarli da fonti vegelati, però ripeto che nell'articolo non si parla di integrazione ma di alimentazione senza però consigliare i cibi già detti che hanno più omega 3

Se quello che conta è la proporzione tra omega 3 e omega 6 cosa serve abbassare tanto gli omega 6 se poi di omega 3 non ne assumi?


Per quanto riguarda la soia se puoi linkare qualche studio sono curioso di leggere..ho cercato su internet e, come sempre, ho trovato chi dice Sì, No, Ni...


OneLovePeace, le critiche vanno argomentate altrimenti puoi anche evitare di scriverle

che esistono gli allevamenti biologici lo so anche io..sul fatto che questi bovini mangino solo fieno ho qualche dubbio..






 Regione Emilia Romagna  ~  Messaggi: 154  ~  Membro dal: 10 settembre 2011  ~  Ultima visita: 12 settembre 2014 Torna all'inizio della Pagina

Helios

Utente Senior



Inserito il - 18 aprile 2012 : 11:40:26  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Helios Invia a Helios un Messaggio Privato Aggiungi Helios alla lista amici
Stryper ha scritto:
senza però consigliare i cibi già detti che hanno più omega 3

Carni grasse e grassi saturi sia vegetali che animali.

Se quello che conta è la proporzione tra omega 3 e omega 6 cosa serve abbassare tanto gli omega 6 se poi di omega 3 non ne assumi?

Non si può fare a meno degli omega 3: sono importantissimi.
Quindi o li assumi con l'alimetazione o integri

Per quanto riguarda la soia se puoi linkare qualche studio sono curioso di leggere..ho cercato su internet e, come sempre, ho trovato chi dice Sì, No, Ni...

In rete, in Italia trovi poco e niente.
Ti consiglio di leggerti 2 libri (purtroppo editi solo in inglese) molto illuminanti in cui sono citati moltissimi studi:
“The soy zone” di Barry Sears e The Whole Soy Story di Kaayla T. Daniel.

L'unica forma di soia che andrebbe consumata(con molta moderazione) è quella fermentata. Ricordiamoci che la soia è un cibo che non fa parte della nostra tradizione!
Impariamo a mangiare cibi della nostra tradizione.







  Firma di Helios 
De rerum natura iuxta propria principia

 Regione Piemonte  ~  Messaggi: 1258  ~  Membro dal: 05 marzo 2010  ~  Ultima visita: 19 dicembre 2014 Torna all'inizio della Pagina

cmn

Utente Medio



Inserito il - 18 aprile 2012 : 12:28:07  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di cmn Invia a cmn un Messaggio Privato Aggiungi cmn alla lista amici

C’è solo un modo per spengere l'infiammazione; tornare ai cibi più vicini al loro stato naturale. Per nutrire i muscoli, mangiare più proteine. Scegliere i carboidrati che sono molto complessi, come frutta e verdura. Ridurre o eliminare i grassi omega-6 come l'olio di mais e di soia e gli alimenti trasformati che causano l'infiammazione.


Tutti condividiamo che in frutta e verdura potrebbe esserci la risposta per ridurre lo stato infiammatorio, ma occorre anche conoscere la provenienza di ciò che mangiamo.
Ricordate 5 mesi fa la madre di tutte le bio truffe? (il 10% del biologico venduto in Italia era falso).
Ricordiamo anche che la maggior parte degli agricoltori NON BIO utilizzano pesticidi sistemici (cioè che penetrano dalle radici "dentro" i frutti rendendoli interamente velenosi (per gli insetti, ma anche per noi)).
Qual'è dunque la risposta + corretta a quella suggerita nell'articolo?
Imho: mangiate frutta e verdura del VOSTRO ORTO, oppure non eccedete mai mangiando prodotti ortofrutticoli senza dimenticare una INTEGRAZIONE COMPLETA ortomolecolare che rappresenta la nostra assicurazione contro avvelenamenti e malattie.











 Regione Emilia Romagna  ~  Messaggi: 462  ~  Membro dal: 04 marzo 2010  ~  Ultima visita: 18 dicembre 2014 Torna all'inizio della Pagina

Stryper

Utente Medio



Inserito il - 18 aprile 2012 : 14:16:28  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Stryper Invia a Stryper un Messaggio Privato Aggiungi Stryper alla lista amici
cmn ha scritto:


Ricordate 5 mesi fa la madre di tutte le bio truffe? (il 10% del biologico venduto in Italia era falso).


Quoto cmn

con quello che costa il biologico poi uno scopre queste cose è chiaro che qualche dubbio gli rimane..

L'orto sarebbe l'ideale ma ci vuole lo spazio e soprattutto tanto tempo...






 Regione Emilia Romagna  ~  Messaggi: 154  ~  Membro dal: 10 settembre 2011  ~  Ultima visita: 12 settembre 2014 Torna all'inizio della Pagina

Stryper

Utente Medio



Inserito il - 18 aprile 2012 : 14:23:26  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Stryper Invia a Stryper un Messaggio Privato Aggiungi Stryper alla lista amici
Helios ha scritto:

[quote]Ricordiamoci che la soia è un cibo che non fa parte della nostra tradizione!


E quindi che problema ne consegue? che viene mal tollerata dal nostro sistema immunitario?






 Regione Emilia Romagna  ~  Messaggi: 154  ~  Membro dal: 10 settembre 2011  ~  Ultima visita: 12 settembre 2014 Torna all'inizio della Pagina

Helios

Utente Senior



Inserito il - 18 aprile 2012 : 14:43:50  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Helios Invia a Helios un Messaggio Privato Aggiungi Helios alla lista amici
Vuol dire che la nostra evoluzione, in termini di alimentazione, non ci ha tramandato la soia, ergo, è un cibo di cui possiamo tranquillamente fare a meno.
Ripeto: la soia fermentata (a chi piace) una tantum si. Diversamente è da evitare come la peste.






  Firma di Helios 
De rerum natura iuxta propria principia

 Regione Piemonte  ~  Messaggi: 1258  ~  Membro dal: 05 marzo 2010  ~  Ultima visita: 19 dicembre 2014 Torna all'inizio della Pagina

OneLovePeace

Utente Medio



Inserito il - 18 aprile 2012 : 15:13:09  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di OneLovePeace Invia a OneLovePeace un Messaggio Privato Aggiungi OneLovePeace alla lista amici
Stryper ha scritto:
OneLovePeace, le critiche vanno argomentate altrimenti puoi anche evitare di scriverle

che esistono gli allevamenti biologici lo so anche io..sul fatto che questi bovini mangino solo fieno ho qualche dubbio..


Ho scritto di leggere il libro di Price, lì è tutto spiegato per bene.
Cmq gli allevamenti biologici non c'entrano nulla con i bovini al pascolo.






  Firma di OneLovePeace 
La natura non fa nulla di inutile.

 Regione Trentino - Alto Adige  ~  Messaggi: 344  ~  Membro dal: 04 marzo 2010  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

e4icb

Utente Normale


Inserito il - 18 aprile 2012 : 18:11:48  Link diretto a questa risposta Aggiungi e4icb alla lista amici
ma la lecitina è ok o no?






 Regione Friuli-Venezia Giulia  ~  Messaggi: 62  ~  Membro dal: 13 gennaio 2012  ~  Ultima visita: 16 maggio 2012 Torna all'inizio della Pagina

nabboni

Utente Medio


Inserito il - 19 aprile 2012 : 08:48:34  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di nabboni Invia a nabboni un Messaggio Privato Aggiungi nabboni alla lista amici
Giusto per chiarire quando un allevamento può essere considerato biologico:

L’ALLEVAMENTO BIOLOGICO

L'allevamento biologico deve garantire uno stretto legame con la terra. L'alimentazione animale deve essere sostanzialmente da agricoltura biologica e per almeno il 50% di provenienza aziendale o ottenuto in cooperazione con altre aziende biologiche facenti parte dello stesso comprensorio.
L'allevamento biologico ricopre un notevole importanza in agricoltura biologica, per l'apporto di sostanza organica ed elementi nutritivi utili per le colture. Il carico del bestiame deve essere comunque commisurato alla superficie aziendale e/o comprensoriale per far sì che sia gestito in modo adeguato lo spandimento delle deiezioni. In termini numerici il limite è di 170 kg N/ha/anno e per le varie specie allevate è definito il numero massimo di capi ad ettaro.
L'allevamento biologico deve garantire il benessere degli animali. In considerazione di ciò, sono importanti: le pratiche zootecniche, le condizioni di stabulazione, la scelta di razze, il numero di animali presenti nelle strutture dell'allevamento e il rispetto i cicli produttivi delle diverse specie animali. In questo ambito va inserita la necessità di fare accedere gli animali, quando possibile, a spazi all’aria aperta o a pascoli.
Gli animali presenti all'inizio della conversione dell'allevamento e i prodotti da loro ottenuti, saranno considerati biologici dopo aver completato il periodo di conversione che varia da specie e tipologia produttiva. Gli animali che nascono e sono allevati in aziende biologiche sono considerati biologici.
In caso di prima costituzione di un allevamento, possono essere inseriti giovani mammiferi non biologici, allevati in modo biologico subito dopo lo svezzamento.
A fini riproduttivi, possono essere inseriti, nel corso degli anni, animali allevati in modo non biologico, questi dovranno poi completare il periodo di conversione.
In caso dell'insorgere di malattie, queste vanno trattate immediatamente per evitare sofferenze agli animali. Dove risultino inappropriati i prodotti omeopatici, fitoterapici e altri prodotti, è consentito l'utilizzo di medicinali veterinari allopatici di sintesi chimica, compresi gli antibiotici. E' consentito l’utilizzazione di medicinali veterinari ad azione immunologica come ovviamente le cure imposte dalla normativa vigente. I tempi di sospensione dovranno essere di durata doppia rispetto a quello stabilito per legge e in taluni casi è necessario che gli animali siano sottoposti ad un periodo di conversione.

Qui un esempio:
L'allevamento è alle pendici dei colli Euganei in un paesino di nome Veggiano nel Padovano. Gli animali hanno una zona recintata piuttosto ampia dove sono liberi di pascolare. I bovini vengono nutriti tramite erba e fieno provenienti dalla stessa azienda, non vengono usati mangii e cereali e nessun altri tipo di alimento solamente erba medica e fieno. Sebbene quindi l'allevamento non sia di grosse dimensioni, la qualità della vita degli animali è completamente naturale. La carne prodotta non è solamente biologica ma molto gustosa.
Gli animali passano la maggior parte della loro vita all'aperto pascolando su un area a loro destinata, mangiando fieno ed erba medica raccolti nei campi adiacenti e gestiti dalla stessa azienda.
Il numero dei capi macellati è un numero chiuso questo per mantenere un certo equilibrio all'interno dell'allevamento. Vengono macellati solo un certo numero di animali generalmente uno al mese nato e cresciuto all'interno dello stesso allevamento.
Inoltre l'azienda è controllata costantemente da ICEA






  Firma di nabboni 
La nascita di un bambino sano è un miracolo;mantenere il bambino sano è un'arte (Tinus Smits).

 Regione Lombardia  ~  Messaggi: 154  ~  Membro dal: 22 marzo 2011  ~  Ultima visita: 24 luglio 2014 Torna all'inizio della Pagina

OneLovePeace

Utente Medio



Inserito il - 19 aprile 2012 : 09:33:45  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di OneLovePeace Invia a OneLovePeace un Messaggio Privato Aggiungi OneLovePeace alla lista amici
nabboni ha scritto:
Qui un esempio:
L'allevamento è alle pendici dei colli Euganei in un paesino di nome Veggiano nel Padovano. Gli animali hanno una zona recintata piuttosto ampia dove sono liberi di pascolare. I bovini vengono nutriti tramite erba e fieno provenienti dalla stessa azienda, non vengono usati mangii e cereali e nessun altri tipo di alimento solamente erba medica e fieno. Sebbene quindi l'allevamento non sia di grosse dimensioni, la qualità della vita degli animali è completamente naturale. La carne prodotta non è solamente biologica ma molto gustosa.
Gli animali passano la maggior parte della loro vita all'aperto pascolando su un area a loro destinata, mangiando fieno ed erba medica raccolti nei campi adiacenti e gestiti dalla stessa azienda.
Il numero dei capi macellati è un numero chiuso questo per mantenere un certo equilibrio all'interno dell'allevamento. Vengono macellati solo un certo numero di animali generalmente uno al mese nato e cresciuto all'interno dello stesso allevamento.
Inoltre l'azienda è controllata costantemente da ICEA



Questo che hai riportato è un ottimo esempio, purtroppo invece ci sono aziende certificate biologiche che nutrono gli animali anche con mangimi (biologici), in tal caso è da preferirsi di gran lunga la carne di un'azienda non biologica che però evita i mangimi e lascia gli animali liberi di pascolare.






  Firma di OneLovePeace 
La natura non fa nulla di inutile.

 Regione Trentino - Alto Adige  ~  Messaggi: 344  ~  Membro dal: 04 marzo 2010  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

nabboni

Utente Medio


Inserito il - 19 aprile 2012 : 10:00:04  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di nabboni Invia a nabboni un Messaggio Privato Aggiungi nabboni alla lista amici
OneLovePeace ha scritto:

nabboni ha scritto:
Qui un esempio:
L'allevamento è alle pendici dei colli Euganei in un paesino di nome Veggiano nel Padovano. Gli animali hanno una zona recintata piuttosto ampia dove sono liberi di pascolare. I bovini vengono nutriti tramite erba e fieno provenienti dalla stessa azienda, non vengono usati mangii e cereali e nessun altri tipo di alimento solamente erba medica e fieno. Sebbene quindi l'allevamento non sia di grosse dimensioni, la qualità della vita degli animali è completamente naturale. La carne prodotta non è solamente biologica ma molto gustosa.
Gli animali passano la maggior parte della loro vita all'aperto pascolando su un area a loro destinata, mangiando fieno ed erba medica raccolti nei campi adiacenti e gestiti dalla stessa azienda.
Il numero dei capi macellati è un numero chiuso questo per mantenere un certo equilibrio all'interno dell'allevamento. Vengono macellati solo un certo numero di animali generalmente uno al mese nato e cresciuto all'interno dello stesso allevamento.
Inoltre l'azienda è controllata costantemente da ICEA



Questo che hai riportato è un ottimo esempio, purtroppo invece ci sono aziende certificate biologiche che nutrono gli animali anche con mangimi (biologici), in tal caso è da preferirsi di gran lunga la carne di un'azienda non biologica che però evita i mangimi e lascia gli animali liberi di pascolare.

In questo caso hai ragione, però chi mi garantisce che pur allevati a fieno e liberi di pascolare non vengano bombardati di medicinali a tutto spiano? Cosa preferire? Ce però da dire che il bio obbliga l'utilizzo del fieno almeno al 60% alle aziende che vogliano certificarsi come allevamento bio. Comunque bisogna cercare per bene nella propia zona, informarsi e un pò fidarsi.






  Firma di nabboni 
La nascita di un bambino sano è un miracolo;mantenere il bambino sano è un'arte (Tinus Smits).

 Regione Lombardia  ~  Messaggi: 154  ~  Membro dal: 22 marzo 2011  ~  Ultima visita: 24 luglio 2014 Torna all'inizio della Pagina

OneLovePeace

Utente Medio



Inserito il - 19 aprile 2012 : 11:58:36  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di OneLovePeace Invia a OneLovePeace un Messaggio Privato Aggiungi OneLovePeace alla lista amici
Certo, su questo hai pienamente ragione; inoltre bisogna anche vedere su quale terreno pascolano, una cosa è un pascolo in alta montagna, un'altra è un prato vicino ad una fabbrica. La cosa migliore è informarsi di persona presso gli allevatori, e come dici tu, fidarsi.





  Firma di OneLovePeace 
La natura non fa nulla di inutile.

 Regione Trentino - Alto Adige  ~  Messaggi: 344  ~  Membro dal: 04 marzo 2010  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

miki1

Nuovo Utente


Inserito il - 21 aprile 2012 : 03:05:47  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di miki1 Invia a miki1 un Messaggio Privato Aggiungi miki1 alla lista amici
Scusate ma quindi secondo Il Dr. Dwight Lundell non bisognerebbe mangiare carboidrati tipo pane e pasta?
Vale anche per orzo kamut?

Inoltre non ho capito bene se pane e pasta bisogna mangiarne poco ho niente?

Grazie






 Regione Piemonte  ~  Messaggi: 14  ~  Membro dal: 30 agosto 2010  ~  Ultima visita: 15 gennaio 2014 Torna all'inizio della Pagina

nabboni

Utente Medio


Inserito il - 23 aprile 2012 : 09:12:04  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di nabboni Invia a nabboni un Messaggio Privato Aggiungi nabboni alla lista amici
miki1 ha scritto:

Scusate ma quindi secondo Il Dr. Dwight Lundell non bisognerebbe mangiare carboidrati tipo pane e pasta?
Vale anche per orzo kamut?

Inoltre non ho capito bene se pane e pasta bisogna mangiarne poco ho niente?

Grazie

Diciamo che meno ne mangi è meglio starai (tutti i cereali, soprattutto quelli con il glutine e degli altri preferire quelli integrali con parsimonia).






  Firma di nabboni 
La nascita di un bambino sano è un miracolo;mantenere il bambino sano è un'arte (Tinus Smits).

 Regione Lombardia  ~  Messaggi: 154  ~  Membro dal: 22 marzo 2011  ~  Ultima visita: 24 luglio 2014 Torna all'inizio della Pagina

miki1

Nuovo Utente


Inserito il - 26 aprile 2012 : 04:13:12  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di miki1 Invia a miki1 un Messaggio Privato Aggiungi miki1 alla lista amici
ok grazie, quindi i carboidrati solo sotto forma di frutta e verdura?





 Regione Piemonte  ~  Messaggi: 14  ~  Membro dal: 30 agosto 2010  ~  Ultima visita: 15 gennaio 2014 Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 2 Discussione  
Pagina Successiva
  Bookmark this Topic  
| Altri..
 
Vai a:

Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000
Questa pagina è stata generata in 0,41 secondi.