Forum Dell'Alleanza Della Salute
Stampa Pagina | Chiudi Finestra

Programmi antiparassitari della dr. Clark

Stampato da: Forum Dell'Alleanza Della Salute
URL Discussione: http://www.aerrepici.org/forum/topic.asp?TOPIC_ID=2848
Stampato il: Oggi

Discussione:


Autore Discussione: B612
Oggetto: Programmi antiparassitari della dr. Clark
Inserito il: 08 giugno 2011 17:40:51
Messaggio:

So che alcuni di voi hanno seguito il programma antiparassitario della dr. Clark .

Vorrei sapere cosa ne pensate, ed in particolare se è ritenuto utile seguire il programma in caso di necessità senza necessariamente proseguire con gli altri protocolli (es. Pulizie fegato ecc.).

Ho avuto di recente un bel dvd sul metodo in cui la dottoressa Clark parla solo dell'utilizzo della Tintura mallo di noce nera, dell''assenzio e dei chiodi di garofano, sul sito dell'associazione il programma completo prevede anche arginina e ornitina (al costo considerevole di circa 100 euro), sono necessario o no questi ultimi 2 prodotti?

Grazio per l'attenzione.



mi è stato inviato

Risposte:


Autore Risposta: elena
Inserita il: 08 giugno 2011 21:14:26
Messaggio:

a prescindere, arginina e ornitina li trovi anche altrove e non necessariamente a 100 euro
queste due sostanze sono indicate per abbassare o eliminare i livelli di ammoniaca nel cervello, prodotti dai parassiti, che naturalmente provocano una serie di effetti deleteri
ornitina è necessaria per la pulizia con sali di epson, per poter dormire la notte (da 4 a 8 pillole)
la clark la raccomanda in ogni caso per curare l'insonnia a partire da dosi di 1 gr a raddoppio sera dopo sera, spiegando che l'efficacia sarà visibile comunque entro il quinto giorno...
arginina in tavolette è raccomandata per gli uomini insieme a zinco 450 mg e 60 mg rispettivamente e inoltre la raccomanda in sostituzione del caffè del mattino se ci si sente a terra... dose a 500mg a mattino e 500 mg a pranzo. (io non ne prendo perchè non bevo caffè da 30 anni, ma mio marito che è un patito, quando gli ho proposto la sostituzione, me le avrebbe tirate dietro, le tavolette... il caffè non è solo per svegliarsi, purtroppo può fare parte di un "rito" per iniziare la giornata, per socializzare, per fare una pausa - indipendentemente se si spiegano i danni da accumulo che possono derivare dall'assunzione, so per esperienza che può essere difficile eliminarlo ...)
attenzione, vietate assunzioni serali di arginina perchè ovviamente rischiate l'insonnia


quel che invece è necessario, è ripristinare la flora batterica, perchè la tintura fa tabula rasa... ottima tra l'altro, anche se non è l'unico prodotto che ha questo incredibile potere "disinfettante" ed eradicante sui parassiti intestinali...


Autore Risposta: B612
Inserita il: 09 giugno 2011 21:51:00
Messaggio:

elena che gentile che sei, grazie per le utili informazioni.

Voi ritenete il Programma antiparassitario di per se effficace o è necessario far seguito agli gli altri protocolli (es. Pulizie fegato ecc.)?


elena ha scritto:

a prescindere, arginina e ornitina li trovi anche altrove e non necessariamente a 100 euro


il prezzo a cui mi riferivo, di uno dei venditori segnalati sul sito della dr. Clark, è relativo a tutto il Programma Antiparassitario Completo alle Erbe
Tintura mallo di noce nera 120ml,
capsule d'assenzio,
chiodi di garofano,
arginina,
ornitina
€ 94.20 + spese di spedizione € 9.00
a me sembra comodo, e ho deciso di acquistarli lì...

per quanto riguarda i sali di epson, quelli sono usati solo per il protocollo per i calcoli del fegato, vero?


Autore Risposta: valkriss
Inserita il: 09 giugno 2011 22:11:56
Messaggio:

Il programma deve seguire anche le altre pulizie. Anzi la prima cosa da fare sono pulizia del fegato con solfato di magnesio per espulsione dei calcoli e pulizia reni alle erbe per sciogliere eventuali calcoli o microcalcoli. Infatti, essi sono il rifugio preferito dei vari patogeni per la loro porosità: quindi prima di procedere con quella intestinale è bene evitare di avere sorgenti quali lo sono i calcoli per evitare di reinfettare il tratto intestinale.
Ma non ha arginina e ornitina pure l'argania? Mi sembrava di averli visti.
I sali di epsom non è altro che solfato di magnesio è si usa per il protocollo di espulsione dei calcoli....quante volte lo ho fatto....é impressionante quel che esce e come cambia lo stato di salute.
Io lo do a mia nonna un cucchiaino al giorno al posto di quelle trovate da farmacia per la stitichezza che non le fanno nulla ed è migliorata drasticamente non solo per l'effetto che ha sulla motilità intestinale ma anche per gli effetti che ha il magnesio. E' un sale importantissimo come qui tutti sanno....
Ciao


Autore Risposta: elena
Inserita il: 09 giugno 2011 22:25:58
Messaggio:

sali di epson ad alte dosi (vedi programma clark) sono tradizionalmente un lassativo, a bassissime dosi, cioè usando una puntina di cucchiaino disciolta in un bicchiere di acqua tiepida, da bere tutte le mattine (facendo dei cicli di terapia di un mese, ripetibili più volte all'anno), consente di tenere pulita la colecisti, e di tenere conseguentemente equilibrata la funzione digestiva ed intestinale.
si usano quindi x rilassare il dotto biliare ostruito dai calcoli, ma hanno anche altre applicazioni
(bagni drenanti, rilassanti. Personalmente, non mi ricordo nemmeno più in quale aeroporto internazionale asiatico, quando sono andata a fare - in attesa dell'altro volo - un massaggio alla colonna cervicale mi hanno proposto - compreso nel costo e prodromico al massaggio stesso, anche una sorta di pediluvio con i sali di epson per rilassare piedi e caviglie... è stato magico... guarda cosa suggeriscono per i bambini autistici:

Gli Epsom Salts sono stati usati a lungo per stimolare la detossificazione, ridurre le infiammazioni ai muscoli doloranti, favorire la circolazione e aiutare con il rilassamento e con i problemi legati al sonno. La maggior parte dei bambini risponde ad un bagno con gli ES apparendo più allegro, più rilassato. Alcuni genitori riferiscono che i loro bambini reagiscono con più prontezza, sono più presenti. Facendo il bagno alla sera i bambini riescono ad addormentarsi prima ed hanno un più normale rapporto col sonno. Dati nel tempo, i bagni con Epsom Salt riducono anche i sintomi di integrazione sensoriale. Alcuni di questi effetti possono essere dovuti ai benefici della detossificazione, ma è più probabile che provengano da effetti diretti sul sistema nervoso centrale.http://www.emergenzautismo.org/cont...view/169/48/




La BILE RIGENERA il FEGATO
La bile (sostanza prodotta dalle cellule epatiche) ha veramente i poteri guaritori che glia attribuivano gli antichi Greci e Romani, infatti essa come dicevano gli antichi e’ una sostanza complessa ed utile non solo alle digestioni, ma anche per promuovere la rigenerazione delle cellule del fegato.

Al Baylor College of Medicine i ricercatori hanno dimostrato che sbilanciamenti della bile sono un importante segnale del processo rigenerativo del fegato. Secondo i ricercatori di Houston (USA), gli acidi biliari agiscono su di un recettore chiamato “Fxr” il quale trasmette il segnale degli acidi biliari inducendo la rigenerazione cellulare epatica.

Infatti somministrando acidi biliari ad animali di laboratorio, il loro fegato si rigenera piu’ in fretta e viceversa, bloccando gli acidi biliari le capacita’ di rigenerazione diminuiscono.

Il fegato ha ampie capacita’ rigenerative che con le intossicazioni e la malattia viene eliminata piu' facilmente.
Quindi cio’ significa che una sua diminuzione qualitativa e quantitativa, abbassa e/o inibisce questo potere rigenerante.

Ma quale e’ la causa della diminuzione degli acidi biliari ? e’ solamente la produzione di sangue tossico che proviene dall’intestino il quale lo produce per via di errori alimentari, flora batterica e pH alterati !
Il sangue vitale, non tossico e la non produzione di intossicazione del fegato anche lieve, per mezzo della produzione nell’intestino di sangue tossico, e’ la soluzione a tutti i mali.
Delle proprieta’ rigenerative delle cellule del fegato, la medicina trapiantistica, NON ha mai parlato, come mai……per poter fare trapianti….. calcoli della della colecisti (o litiasi della colecisti, spesso impropriamente denominata anche come "calcoli al fegato") rappresentano una situazione caratterizzata dalla presenza di formazioni dure simili a sassi, di dimensioni variabili da pochi millimetri a qualche centimetro, all'interno della colecisti (o cistifellea).
È una malattia assai frequente, presente nel 10-15% della popolazione adulta. La sua diffusione è maggiore nel sesso femminile e si associa spesso con gravidanze multiple, obesità o rapidi cali ponderalihttp://www.mednat.org/cure_natur/sali_epsom.htm


Autore Risposta: B612
Inserita il: 09 giugno 2011 23:06:57
Messaggio:

valkriss ha scritto:

Il programma deve seguire anche le altre pulizie. Anzi la prima cosa da fare sono pulizia del fegato con solfato di magnesio per espulsione dei calcoli e pulizia reni alle erbe per sciogliere eventuali calcoli o microcalcoli.


grazie valkriss per la tua esperienza, ma in merito quale fare prima ti segnalo che sul sito ufficiale del Dr. Clark Information Center si legge:
la Dottoressa Clark raccomanda di fare il programma antiparassitario come pure il programma dei reni PRIMA di iniziare la pulizia del fegato.Questo aiuterà il corpo di disintossicarsi al meglio.


In ogni modo nel DVD inviatomi dalla Dr. Clark Information Center* ho potuto ascoltare di casi in cui il protocollo antiparassitario era utilizzato di per sè come programma di cura autonomo, quindi è questo aspetto che vorrei capire meglio.

elena ha scritto: sali di epson ad alte dosi (vedi programma clark) sono tradizionalmente un lassativo, a bassissime dosi, cioè usando una puntina di cucchiaino disciolta in un bicchiere di acqua tiepida, da bere tutte le mattine (facendo dei cicli di terapia di un mese, ripetibili più volte all'anno), consente di tenere pulita la colecisti, e di tenere conseguentemente equilibrata la funzione digestiva ed intestinale.


@ elena
interessante l'impiego dei sali di epson da te proposto, ma non trovo un riscontro nel metodo di Clark, che mi sembra li utilizzi solo per la pulizia del fegato....
tu lo usi durante l'anno come lo hai proposto? anche in associazione al programma antiparassitario?

farò anche dei bagni, ma ..... quanto se ne mette nella vasca ad es. ?




* vi consiglio di ordinare il DVD, è gratuito ed interessante :
Dr. Clark Information Center (cliccate su Ordinate oggi stesso il vostro a piè di pagina)


Autore Risposta: elena
Inserita il: 10 giugno 2011 08:44:27
Messaggio:

non personalmente, era una pratica della nonna (la mia) (io non ne ho bisogno... tra vit C magnesio e glutatione, capirai... e chi soffre di stitichezza?)
per quanto riguarda le dosi per il bagno,sono indicate nel sito che ti ho scritto
per il pediluvio, ne avevano messa una piccola tazzina


Autore Risposta: valkriss
Inserita il: 10 giugno 2011 09:32:49
Messaggio:

B612 ha scritto:

valkriss ha scritto:

Il programma deve seguire anche le altre pulizie. Anzi la prima cosa da fare sono pulizia del fegato con solfato di magnesio per espulsione dei calcoli e pulizia reni alle erbe per sciogliere eventuali calcoli o microcalcoli.


grazie valkriss per la tua esperienza, ma in merito quale fare prima ti segnalo che sul sito ufficiale del Dr. Clark Information Center si legge:
la Dottoressa Clark raccomanda di fare il programma antiparassitario come pure il programma dei reni PRIMA di iniziare la pulizia del fegato.Questo aiuterà il corpo di disintossicarsi al meglio.


In ogni modo nel DVD inviatomi dalla Dr. Clark Information Center* ho potuto ascoltare di casi in cui il protocollo antiparassitario era utilizzato di per sè come programma di cura autonomo, quindi è questo aspetto che vorrei capire meglio.

elena ha scritto: sali di epson ad alte dosi (vedi programma clark) sono tradizionalmente un lassativo, a bassissime dosi, cioè usando una puntina di cucchiaino disciolta in un bicchiere di acqua tiepida, da bere tutte le mattine (facendo dei cicli di terapia di un mese, ripetibili più volte all'anno), consente di tenere pulita la colecisti, e di tenere conseguentemente equilibrata la funzione digestiva ed intestinale.


@ elena
interessante l'impiego dei sali di epson da te proposto, ma non trovo un riscontro nel metodo di Clark, che mi sembra li utilizzi solo per la pulizia del fegato....
tu lo usi durante l'anno come lo hai proposto? anche in associazione al programma antiparassitario?

farò anche dei bagni, ma ..... quanto se ne mette nella vasca ad es. ?




* vi consiglio di ordinare il DVD, è gratuito ed interessante :
Dr. Clark Information Center (cliccate su Ordinate oggi stesso il vostro a piè di pagina)


Ho il libro della dottoressa Clark e pur seguendo la sua ottica e architettura mi é sembrato logico seguire questa scaletta ke ti ho proposto. Se ripulisci con le erbe il tratto intestinale dai parassiti e nel tuo fegato ci sono calcoli ke ne ospitano, insieme a battteri e vari patogeni comprese le uova dei parassiti, la bile quando si immetterà nel tubo digerente porterà con se tutte queste "grazie" ke si ristabilizzeranno nell'intestino. Ke dici? Nn ti sembra possa reggere? I calcoli sono porosi e sono dimora dei patogeni. A me suona più logico eliminare prima le sorgenti di possibili reinfezioni e poi procedere con la pulizia del tratto digerente. Vedi tu.
Ciao


Autore Risposta: elena
Inserita il: 10 giugno 2011 14:38:26
Messaggio:


anche io so che il protocollo prevede prima la pulizia di reni e fegato e poi l'uso dei sali e mi sembra di ricordare che la clark spieghi il perchè. Ma fare una richiesta via mail al centro clark non mi sembra una cosa così peregrina... ci farai sapere la risposta, che può essere utile per molti


Autore Risposta: sabina
Inserita il: 10 giugno 2011 15:01:55
Messaggio:

La dott.essa Clark prevede nel suo protocollo in primo luogo il "programma antiparassitario", poi la pulizia dei reni ed infine la depurazione del fegato.

E' necessario infatti che il fegato sia pulito dai parassiti; e che reni ,vescica e tratto urinario funzionino al meglio, in modo che possano eliminare con efficienza qualsiasi sostanza indesiderata, assorbita accidentalmente dall'intestino durante l'espulsione della bile.


Autore Risposta: elena
Inserita il: 10 giugno 2011 15:40:43
Messaggio:


Autore Risposta: B612
Inserita il: 10 giugno 2011 15:48:17
Messaggio:

elena ha scritto:
quel che invece è necessario, è ripristinare la flora batterica, perchè la tintura fa tabula rasa... ottima tra l'altro, anche se non è l'unico prodotto che ha questo incredibile potere "disinfettante" ed eradicante sui parassiti intestinali...


ma il mallo di noce funziona come un antibiotico?

sabina ha scritto:

La dott.essa Clark prevede nel suo protocollo in primo luogo il "programma antiparassitario", poi la pulizia dei reni ed infine la depurazione del fegato.


infatti, è scritto anche sul sito del Centro informativo della dr. Clark, come ho citato in un msg sopra.


Autore Risposta: B612
Inserita il: 10 giugno 2011 23:07:45
Messaggio:

nel programma antiparassitario alle erbe della Dr.ssa Hulda Clark (v.si piano delle assunzioni a piè di pagina), a quanto equivale un cucchiaino di Tintura Mallo di Noce Nera Extra Forte?
Grazie mille per l'attenzione


Autore Risposta: sabina
Inserita il: 11 giugno 2011 00:21:21
Messaggio:

Solo tu se hai il mallo di noce puoi fare la prova a calcolare il peso specifico equivalente al cucchiaino!


Autore Risposta: B612
Inserita il: 11 giugno 2011 08:42:22
Messaggio:

certo, Sabina... ma io voglio sapere secondo la "prescrizione" della dr. Clark quanto è "un cucchiaino"...
Questa indicazione è vaga, la misura di un cucchiaino da caffe (5 ml) o da da tè (10 ml) varia, anche da paese a paese
Sul sito a cui mi riferisco per seguire il programma antiparassitario non ho trovato a quanto corrisponde esattamente un cucchiaino secondo la dr. Clark.


Autore Risposta: ceci60
Inserita il: 11 giugno 2011 09:02:06
Messaggio:

Seguendo la mia logica e conoscendo un pochino la cultura degli americani, direi che non puó essere un cucchiaino da caffé piccolo:
che loro bevano espresso va bene, al bar o in ristorante, magari anche a casa
ma normalmente non é nelle loro abitudini alimentari, loro bevono il caffé nei tazzoni, come qua da me e i cucchiaini piccoli li trovi ma li devi cercare con il lanternino, sono un qualcosa tipico italiano, che compra solo chi beve caffé espresso italiano.

Potrei sbagliarmi ma, se non trovi nessuna altra indicazione, direi che intende un cucchiaino da té.


Autore Risposta: B612
Inserita il: 11 giugno 2011 09:14:42
Messaggio:

ceci60 ha scritto:
Potrei sbagliarmi ma, se non trovi nessuna altra indicazione, direi che intende un cucchiaino da té.



Ciao Cecilia, grazie! Ero propenso a credere che si trattasse di un cucchiaino da tè, anche se non trovo altri riscontri...
tu sai a quanto equivale in misura, perché ho trovato siti che riferiscono 10 ml altri che riferiscono 5 ml (1/3 di un cucchiaio USA uguale a 15 ml)

p.s. anche tu hai seguito il programma?


Autore Risposta: ceci60
Inserita il: 11 giugno 2011 09:48:21
Messaggio:

5 ml.

No, non ho seguito il programma.


Autore Risposta: B612
Inserita il: 11 giugno 2011 10:44:32
Messaggio:

Ho altri quesiti, magari chi ha già seguito il programma può darmi una mano...



Programma Antiparassitario di Mantenimento

Terminato il protocollo Antiparassitario, è necessario, secondo la dr.ssa Clark, proseguire con il Programma Antiparassitario di Mantenimento a tempo indefinito per prevenire la reinfettazione.
Praticamente gli stessi ingredienti del programma Antiparassitario, si prendono settimanalmente per sempre.

Qualcuno segue questo principio?



Conservazione a freddo del Mallo Verde

E’ solo il mallo verde che ha questa stupefacente capacità di uccidere i parassiti. Alcuni giorni dopo aver aperto la bottiglietta, l’estratto alcolico può essere già molto più scuro e meno potente. Per massimizzarne la potenza e gli effetti, usate una bottiglietta da 60 ml, e dopo averla aperta conservatela nel freezer


Cosa bisogna fare, congelare e scongelare ad ogni utilizzo? Un po' scomodo, no?



Autore Risposta: valkriss
Inserita il: 11 giugno 2011 11:15:04
Messaggio:

Considera sempre che i dosaggi consigliati si attengono a dosi standard di sicurezza minimi. Io ho preso le capsule con i principi del mallo di noce (esiste anche questa possibilità se vuoi) e ne ho presi anche il doppio del consigliato senza aver avuto nessun minimo problema.
Per quanto riguarda la procedura di mantenimento non è una male idea farla perchè i parassiti sono invisibili e onnipresenti. Anche se si sta attenti in tutto è quasi metematicamente impossibile non reinfettarsi nel tempo. Comunque una dieta equilibrata e alcalinizzante non darà mai modo ai patogeni di proliferare e quindi non avendo il terreno adatto alla sopravvivenza, non attecchiranno nemmeno senza il mantenimento. Un raid comunque ogni tanto è d'obbligo. Io direi 1 volta ogni 2 mesi, partire col massimo delle dosi o quasi: io prendo 4 capsule di mallo in una volta + 3 x 3 volte al di di chiodi di garofano e 4 x 3 volte al di di assenzio per un giorno solo ogni 3 mesi.Dovrebbe bastare una "botta" ad eliminare potenziali focolai nel tubo digerente. Ovviamente io sto molto attento alla dieta e al manipolare dei cibi e a non avere nessun tipo di animale ad almeno 2 metri (all'aperto) da me.
Ciao


Autore Risposta: B612
Inserita il: 11 giugno 2011 22:39:06
Messaggio:

valkriss grazie.

... e per la questione della conservazione in congelatore?


Autore Risposta: alexsurfer
Inserita il: 11 giugno 2011 23:24:35
Messaggio:

io l'ho fatto per poi procedere con lavaggio epatico.

nn ho avuto nessun effetto collaterale durante il protocollo,
e sinceramente nn credo che abbia effetto contro i parassiti.

PErò l'ho eseguito ugualmente,
per potenziare poi il lavaggio epatico del fegato


Autore Risposta: B612
Inserita il: 14 giugno 2011 16:48:43
Messaggio:

sto per fare l'ordine presso lo shop "collegato" all'associazione dr. Clark, voi avete esperienza riguardo questi prodotto...
Dovrebbero arrivare da Berna, Svizzera, ma i tempi di spedizione mi sembrano abbastanza lunghi:
posta internazionale: 10-12 giorni
corriere: 6-8 giorni


Autore Risposta: B612
Inserita il: 14 giugno 2011 22:00:48
Messaggio:

B612 ha scritto:
Dovrebbero arrivare da Berna, Svizzera, ma i tempi di spedizione mi sembrano abbastanza lunghi:
posta internazionale: 10-12 giorni
corriere: 6-8 giorni


a voi non vi sembrano un po' lunghi?


Inoltre, vorrei capire bene l'indicazione di conservare a freddo il Mallo Verde

Dr. Hulda Clark Information Center:
E’ solo il mallo verde che ha questa stupefacente capacità di uccidere i parassiti. Alcuni giorni dopo aver aperto la bottiglietta, l’estratto alcolico può essere già molto più scuro e meno potente. Per massimizzarne la potenza e gli effetti, usate una bottiglietta da 60 ml, e dopo averla aperta conservatela nel freezer


Cosa bisogna fare, congelare e scongelare ad ogni utilizzo? Un po' scomodo, no?


Autore Risposta: B612
Inserita il: 17 giugno 2011 23:37:06
Messaggio:

.... vorrei capire bene l'indicazione di conservare a freddo il Mallo Verde

Dr. Hulda Clark Information Center:
E’ solo il mallo verde che ha questa stupefacente capacità di uccidere i parassiti. Alcuni giorni dopo aver aperto la bottiglietta, l’estratto alcolico può essere già molto più scuro e meno potente. Per massimizzarne la potenza e gli effetti, usate una bottiglietta da 60 ml, e dopo averla aperta conservatela nel freezer


Cosa bisogna fare, congelare e scongelare ad ogni utilizzo? Un po' scomodo, no?



...tra poco mi arrivano i prodotti e non ho capito se devo conservarli in frigorifero o in congelatore...

Rispetto alla conservazione nel freezer del mallo verde, vorrei capire:

- è consigliabile congelare il prodotto sin dal primo giorno di utilizzo o solo quando si deve assumere settimanalmente?

Grazie per l'attenzione


Autore Risposta: ceci60
Inserita il: 17 giugno 2011 23:50:10
Messaggio:

Allora, visto che nessuno risponde, ci provo io

Ai miei tempi, quando il congelatore conteneva piú bottiglie di wodka che alimenti, ricordo che la wodka in questione non congelava a causa dell´alcol.

Ora, se si parla di estratto alcolico forse si potrebbe pensare che non congelerá neanche quello.

Credo, penso, forse .... qualcuno si faccia avanti e ci dica se ho sparato la cretinata della sera.


Autore Risposta: sabina
Inserita il: 18 giugno 2011 00:28:30
Messaggio:

Nessuna cretinata Ceci!
in effetti i prodotti su base alcolica, nel freezer non solodificano.

Quindi B612 potrai attingere ogni volta trovando il prodotto solubile.

p.s. quando abbiamo seguito il programma antiparassitario per mia madre, conservavo il prodotto nella parte più fredda del frigo.
Il mallo rimaneva inalterato per giorni.

Per precauzione comunque mettilo nel freezer.
Ciao


Autore Risposta: B612
Inserita il: 18 giugno 2011 01:06:15
Messaggio:

ceci60 ha scritto:

... Ai miei tempi, quando il congelatore conteneva piú bottiglie di wodka che alimenti, ricordo che la wodka in questione non congelava a causa dell´alcol....


Cecilia, grazie per la risposta...
e soprattuto per la divertente immagine


sabina ha scritto: ...conservavo il prodotto nella parte più fredda del frigo. Il mallo rimaneva inalterato per giorni.


sabina, intendi la parte di sotto del frigorifero o proprio la vecchia celletta "ghiacciera"?



... forse metterò il mallo nel congelatore a -18 °C, speriamo bene... ho un po' paura di rovinarlo .... considerato il costo


in ogni caso, fatemi sapere se voi lo avete conservato nel congelatore senza raggiungere il punto di solidificazione (come Cecilia faceva con la Wodka)

grazie millle a tutti voi


Autore Risposta: B612
Inserita il: 20 giugno 2011 14:21:19
Messaggio:

Rispetto al seguente suggerimento:

Dr. Hulda Clark Information Center:
E’ solo il mallo verde che ha questa stupefacente capacità di uccidere i parassiti. Alcuni giorni dopo aver aperto la bottiglietta, l’estratto alcolico può essere già molto più scuro e meno potente. Per massimizzarne la potenza e gli effetti, usate una bottiglietta da 60 ml, e dopo averla aperta conservatela nel freezer


Il "Dr. Hulda Clark Information Center", mi ha comunicato:

Caro ***,
la Drssa Clark ai suoi malati di cancro avanzati dava dei mega dosaggi di mallo.
Dava bottigliette intere di 60ml cadauno (o metà bottiglietta da 120 ml) per 3 giorni di seguito poi 10 giorni di pausa e poi ancora il megadosaggio per 3 giorni.
Per i suoi malati gravi, per fare in modo che il mallo avesse la potenza massima, era necessario che consumassero tutta la bottiglia una volta aperta, visto che perde proprietà
con l'aria, oppure congelare il rimanente fino al giorno o volta successivi.
Se non si è malati gravi però , il mallo rimane potente a sufficienza mettendolo in frigorifero una volta aperta.
Cordialmente
Cristina
Dr. Clark Information Center


Insomma, sembra meglio congelare.... secondo il metodo Vodka di Ceci
no?


Autore Risposta: sabina
Inserita il: 20 giugno 2011 22:24:27
Messaggio:

Ciao, scusa il ritardo!
Il mallo lo conservavo in frigo, nella parte bassa e non in ghiacciaia.

Visto che tu non ti senti tranquillo, mettilo nel freezer!


Autore Risposta: B612
Inserita il: 20 giugno 2011 22:57:40
Messaggio:

Grazie per il tuo apporto Sabina...
Sì, congelerò... se non altro per il Programma Antiparassitario di Mantenimento, che prevede assunzioni a distanza di sette giorni.
Ciao


Autore Risposta: B612
Inserita il: 21 giugno 2011 01:09:37
Messaggio:

Nel programma antiparassitario si assume 2 cucchiai da tè di Tintura extra forte di mallo di noce nera.
Per completezza d'informazione comunico che il Dr. Clark Information Center conferma che 1 cucchiaino da tè corrisponde a 5 ml, quindi sono necessari 10 ml di Mallo di Noce.

Dr. Clark Information Center:
1 cucchiaino corrisponde a 5 ml, 2 cucchiaini a 10 ml


Autore Risposta: ceci60
Inserita il: 21 giugno 2011 01:13:44
Messaggio:

Insomma, sembra meglio congelare.... secondo il metodo Vodka di Ceci
no?

dipende dalla gradazione alcolica
non vorrei che poi ti ritrovi con un cubetto di mallo di noce


Autore Risposta: B612
Inserita il: 21 giugno 2011 01:23:58
Messaggio:

ceci60 ha scritto:

Insomma, sembra meglio congelare.... secondo il metodo Vodka di Ceci
no?

dipende dalla gradazione alcolica
non vorrei che poi ti ritrovi con un cubetto di mallo di noce


ci metto uno stecchetto e lo consumerò come un bel ghiacciolo...

a parte gli scherzi, dovrebbe funzionare esattamente come hai suggerito tu... da quel che dice il centro d'informazione essendo una soluzione alcolica il congelamento non dovrebbe avvenire completamente...
presto vi farò sapere comunque


Autore Risposta: B612
Inserita il: 22 giugno 2011 18:26:33
Messaggio:

... mi e' arrivato il pacco con tutte le erbe per il programma Antiparassitario Completo: tintura mallo di noce nera 120 ml, capsule d'assenzio, chiodi di garofano, arginina e ornitina ... piacevole sorpresa, c'è anche una pipetta dosatrice con gradazioni 1, 2 e 3 ml.
La settimana prossimo inizierò il programma, vi terrò informati


Autore Risposta: B612
Inserita il: 22 giugno 2011 19:10:37
Messaggio:

Se vi è venuta voglia di provare anche voi uno dei programmi della dr.ssa Clark vi segnalo che ho ricevuto uno sconto del 10% che volentieri vi passo, fatemi sapere....


Autore Risposta: B612
Inserita il: 28 giugno 2011 19:26:48
Messaggio:

secondo voi, è consigliabile associale al programma antiparassitario una dita particolare... se non addirittura un digiuno?
cosa ne pensate, avete esperienze a riguardo?


Autore Risposta: B612
Inserita il: 01 luglio 2011 21:54:28
Messaggio:

Mi sento un po' bistrattato, ovunque non mi si risponde...

In ogni modo vi avevo promesso di riferirvi circa la conservazione a freddo della tintura alcolica di mallo di noce.
Questa mattina, dopo aver aperta la bottiglia l'ho riposta nel congelatore e questa sera l'ho trovata allo stato liquido.... (saggia Cecilia, l'aveva detto!)
Il sapore della tintura di mallo non è affatto brutto.. può ricordar vagamente il nocillo o nocino, il liquore casalingo che le famiglie campane fanno proprio di questi tempi...

Sarà stata forse l'Arginina, ma durante il giorno ho riscontrato un insolito vigore per questa calura umida di oggi (nonostante la sera prima sia andato a dormire molto-molto tardi).

Per quanto riguardo i chiodi di garofano, dopo l'assunzione sembravo un arbre magique...

Ho avvertito una leggera sensazione di bruciore e di riscaldamento della pelle dopo l'assunzione dei prodotti.
La sensazione, assolutamente sopportabile, non mi ha affatto preoccupato e l'ho riferita ai chiodi di garofano perchè si è ripetuta ad ogni assunzione per poi sparire dopo 1 ora.


Autore Risposta: ceci60
Inserita il: 01 luglio 2011 22:06:08
Messaggio:

Per quanto riguardo i chiodi di garofano, dopo l'assunzione sembravo un arbre magique...



p.s.
si possono dare risposte solo se le si conoscono!


Autore Risposta: B612
Inserita il: 05 luglio 2011 08:01:27
Messaggio:

Sono al 5° giorno, la leggera sensazione di bruciore e di riscaldamento della pelle dopo l'assunzione dei prodotti, probabilmente dei chiodi di garofano e' rapidamente sparita al 3° giorno.

Lieve aumento dell'appetito, soprattutto al mattino; inoltre ho avuto sin dall'inizio un effetto positivo sull'umore, il buonumore e la serenità hanno sostituito progressivamente l'umore irritabile e ansioso.

Mi ha colpito questo effetto calmante, perché è risaputo che alcuni parassiti, come gli ossiuri nei bambini, provocano insonnia ed irritabilità


Autore Risposta: Forest
Inserita il: 05 luglio 2011 10:52:07
Messaggio:

B612 ha scritto:

Sono al 5° giorno, la leggera sensazione di bruciore e di riscaldamento della pelle dopo l'assunzione dei prodotti, probabilmente dei chiodi di garofano e' rapidamente sparita al 3° giorno.

Lieve aumento dell'appetito, soprattutto al mattino; inoltre ho avuto sin dall'inizio un effetto positivo sull'umore, il buonumore e la serenità hanno sostituito progressivamente l'umore irritabile e ansioso.

Mi ha colpito questo effetto calmante, perché è risaputo che alcuni parassiti, come gli ossiuri nei bambini, provocano insonnia ed irritabilità


Molto interessante la cronaca giornaliera. Se puoi, continua a tenerci aggiornati. Grazie mille.


Autore Risposta: Sampei0001
Inserita il: 11 agosto 2011 15:31:04
Messaggio:

Come è andata a finire con il programma antiparassitario????


Autore Risposta: Lord_Vivec
Inserita il: 11 agosto 2011 20:57:59
Messaggio:

interessante questa cosa dei parassiti.... anche a me all' esake kinesiologico uscì che avevo i parassiti nell' intestino (ma fu appurato che non era candida). Mi levò i prodotti lievitati... ora non so se è passato, devo rifare l' esame.

A proposito, qualcuno mi sa dire perchè i prodotti lievitati fanno male? Ossia, ho visto che nei negozi biologici vendono un sacco di roba non lievitata, a chi serve?


Forum Dell'Alleanza Della Salute : http://www.aerrepici.org/forum/

© 2013 ARPC

Chiudi Finestra