APPENDICE



Questo libro non vuole essere un trattato di medicina, né contiene indicazioni terapeutiche. Non vogliamo comunque lasciare insoddisfatta l'esigenza di chi, convinto della verità di ciò che ha letto, desiderasse informazioni più particolareggiate o si chiedesse: “E adesso, concretamente, cosa posso fare?”

E' ovvio che, per ottenere il massimo dai metodi di cura che sono stati citati, bisognerebbe integrarli in una forma estremamente personalizzata, paziente per paziente. Per far questo c'è bisogno di una struttura in cui i vari specialisti vengano coordinati ad un unico fine: la guarigione del paziente. Pertanto l'ARPC ha come prossimo obbiettivo la creazione di tale struttura. Non chiederemo denaro a fondo perduto, come finora ha fatto quel pozzo senza fondo e senza risultati che sono le varie associazioni o leghe per la ricerca o la terapia dei tumori. Tra breve verrà costituita una società e la gente potrà acquistare delle quote; attraverso i vari organi societari potrà controllare e decidere sull'uso dei fondi e potrà avere la precedenza su altri, nel caso in cui abbia bisogno di terapie.

Nell'attesa, che speriamo non sia troppo lunga, di poter realizzare questo progetto, pubblichiamo alcune indicazioni pratiche, per poter mettere consentire a chiunque di affrontare nel migliore dei modi l'eventuale, tanto temuta, malattia del secolo.

Ci sono molte persone che sono guarite da tumori e leucemie o che sono sopravvissute per quindici o venti anni applicando anche una sola delle seguenti tecniche. In ogni caso migliorano sempre la qualità della vita. La cosa migliore è applicarne il maggior numero possibile, ovviamente col consenso del medico che vi sta curando, anche in considerazione del fatto che non sono tossiche e molte di esse costano poco o niente.

(Attenzione! NON USATE questa lista di terapie: risale all’anno di pubblicazione del libro. Al sito www.aerrepici.org la troverete con importanti aggiornamenti.)

  1. Il metodo di "Albert". Probabilmente è la migliore terapia attualmente disponibile. Oltre che in tumori e leucemie, oppurtunamente personalizzata, ha dato splendidi risultati in varie malattie, quali sclerosi multlipa, distrofia muscolare, ecc... e perfino in gravi malattie mentali. Per informazioni telefonare all'ARPC.

  2. Il metodo Görgün. Per i tumori solidi è la terapia più sicura e veloce. Con alcune precauzioni gli si possono associare anche altri metodi. Per informazioni telefonare all'ARPC.

  3. Il metodo Di Bella. Elenco, diffuso dall'ANIAN e pubblicato su La Stampa venerdì 6 febbraio 1998, dei medici che applicano il metodo Di Bella e che sono ancora in grado di accogliere altri pazienti:

  1. C'è la possibilità di avere gratuitamente e a distanza della pranoterapia. Ho verificato personalmente dei casi di guarigione. Capisco che la cosa possa ripugnare a una persona con una preparazione scientifica. Si può essere molto scettici in proposito ma, dato che non costa praticamente niente, val la pena di tentare. Non ha alcuna controindicazione. Centro IEREUU: 011-8171449.

  2. Anni fa in Canada esisteva una clinica che curava i tumori con un prodotto erboristico tramandato dagli indiani (detto Essiac) e perfezionato dal medico personale del presidente Kennedy. E' stata fatta chiudere dal potere sanitario perché aveva troppo successo. Probabilmente è il prodotto erboristico più potente come anticancro. Una delle tante formulazioni in commercio, particolarmente pratica nella sua preparazione, è distribuita da: Luyao tel. 055-8695947, email: guarneri@val.it

  3. Secondo una ricetta tradizionale ripresa da Padre Romano Zago e confermata dalle ricerche fatte dal Prof. D'Alessio, direttore del Dipartimento di Chimica Organica e Biologica dell'Università Federico II° di Napoli, l'Aloe arborescens possiede potenti qualità anticancro. Ecco la ricetta. Mezzo chilo di miele genuino e circa 350 gr. di foglie di aloe private delle spine; frullate tutto finemente. Se ne assume un cucchiaio da tavola tre volte al dì, a digiuno, un quarto d'ora prima dei pasti. Attenzione! Talvolta i vivai spacciano altre specie di Aloe, terapeuticamente inutili, per arborescens. Un vivaio abbastanza affidabile ci sembra quello che potete trovare al tel. 0184253190.

  4. Il metodo Hamer. Si rivolge alle cause mentali del cancro. Può essere molto efficace nei casi di leucemia e nei casi di tumore non ancora o scarsamente metastatizzati. Per maggiori informazioni contattate direttamente l'ARPC.

  5. Il metodo Zora. Prof. Zora: 06-42870257-8 Roma, 0360-478386 Roma, numero verde per l'acquisto del medicinale: 167-219508.

  6. Per ultimo, ma non per importanza ed efficacia, il metodo del prof. Pantellini a base di ascorbato di potassio (vitamina C). Bicarbonato di potassio g. 0,30 e acido ascorbico g. 0,15 in un dito d'acqua minerale gasata. Questa preparazione non va conservata, ma bevuta immediatamente tre o quattro volte al giorno 45 minuti prima dei pasti. Se avete difficoltà a reperire le sostanze, telefonate al n° 0335-471047.

Per qualsiasi ragione potete telefonare o scrivere all'associazione o al suo presidente.







Nota alla 1° edizione

Visti i deludenti risultati della medicina ufficiale, è stata fondata a Torino, il 2-2-1992, l'Associazione per la Ricerca e la Prevenzione del Cancro (ARPC) per cercare e applicare nuove vie nella ricerca e nel trattamento dei tumori. Nonostante le enormi difficoltà e le opposizioni incontrate, lentamente, iniziando da zero, siamo riusciti a costruire qualcosa di importante ed a fornire servizi sanitari gratuiti. Ben presto però, fu chiaro che il cancro non è più un problema scientifico, ma politico. Pertanto diamo oggi alla luce questa pubblicazione, frutto del lavoro di più di due anni di ricerche.

Oggi contiamo circa duemila soci in tutta Italia e pubblichiamo una rivista trimestrale di divulgazione medica. L'ARPC è un'associazione che non ha scopo di lucro e si mantiene esclusivamente con quote di tesseramento e libere offerte. Cogliamo l'occasione per ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile realizzare tutto ciò.

Febbraio 1997.

L'attività dell'associazione si articola nei seguenti punti*.

  1. L'ARPC aggiorna costantemente un elenco di terapie alternative (attualmente otto) per i tumori, ricco di spiegazioni e di decine di indirizzi a cui un paziente si può rivolgere. Tale elenco viene inviato gratuitamente a chiunque ne faccia richiesta.

  2. Sulla base di tali terapie è disponibile, sempre gratuitamente, una consulenza in sede o a domicilio, in modo che il paziente di cancro possa chiarirsi le idee e sia indirizzato a scegliere le terapie più adatte al suo caso.

  3. Alla fine del 1999 abbiamo iniziato una ricerca sperimentale attraverso il test di Vincent. Cerchiamo volontari che vogliano sottoporsi a questa sperimentazione assolutamente innocua (telefonate in sede).

  4. Frutto di una ricerca durata due anni, abbiamo pubblicato Kankropoli - La mafia del cancro. Finalmente la verità sulle terapie ufficiali e alternative. Si documenta che esistono da molti anni terapie efficaci e che esse sono osteggiate perché, se applicate, annullerebbero gli enormi guadagni del grande "affare cancro". Abbiamo scoperto che il cancro non è più un problema scientifico ma politico.

  5. Pertanto, ogni settimana inviamo alcune copie di Kankropoli a uomini politici, medici, opinion leader, ecc... affinché queste terapie efficaci vengano conosciute e applicate a tutti.

  6. L'ARPC organizza partecipa a congressi, conferenze, dibattiti.

  7. Gestiamo un sito su Internet con servizio di consulenza on line.

  8. Pubblichiamo il trimestrale Vie Nuove. Gli ultimi numeri contengono I'unica traduzione stampata in Italia del più importante lavoro sul cancro degli ultimi cinquant'anni. Pubblicato su una delle più importanti riviste scientifiche internazionali (Frontiers Perspectives della Temple University, USA), espone la sperimentazione del GEMM in vitro, sugli animali e su esseri umani, secondo il più rigido protocollo scientifico; questo metodo dà una guarigione del 90 % dei casi, terminali compresi!
    Ogni numero viene spedito in centinaia di copie, oltre che ai soci, ad associazioni, medici, giornalisti e parlamentari.

  9. Pratichiamo gratuitamente il trattamento mentale connesso alla terapia di Hamer.

  10. Ricerchiamo continuamente nuove iniziative. Attualmente è allo studio una distribuzione gratuita di farmaci anticancro. C'è solo un problema ancora da sciogliere: quello legale. Ci stiamo lavorando con i nostri esperti e speriamo di risolverlo presto.

*Attività aggiornata al 1/5/2000. Attualmente potrebbero esserci piccole variazioni

Logo ARPC

ARPC
Associazione per la Ricerca e la Prevenzione del Cancro


tel.: 3488718706 fax: 02700441631
email: arpc@aerrepici.org
sito Internet: www.aerrepici.org
cod. fisc.: 9754713001



INDICE

Copertina Prefazione Introduzione La ricerca ufficiale Dove finiscono le vostre offerte Medicina, soldi e potere Le statistiche truccate Prima conclusione La ricerca ostacolata: scoperte e persecuzioni Il caso Alessiani Il caso Görgün Il caso "Albert" Il caso Di Bella Il caso Zora Il caso Bonifacio Il caso Essiac Il caso Hamer Il caso Pantellini Il caso Breuss - Il naturismo - L'aloe Il caso Proper-Myl Il caso Vincent Conclusioni finali